Ho lottato per comunicare con chiunque, finché non ho trovato Instagram

L'artista e scrittrice Morgan Harper Nichols rivela come ha scritto il suo terzo libro durante la pandemia e cosa ha imparato dalla sua recente diagnosi di autismo.

morgan harper nichols Morgan Harper Nichols



Se riconosci il nome Morgan Harper Nichols , è probabile che ti sia imbattuto in un pezzo della sua sorprendente arte su Instagram. L'artista di supporti misti, 31 anni, ha iniziato la sua carriera come consulente per l'ammissione al college prima di dedicarsi alla musica. Durante i suoi tempi di inattività tra i concerti, ha iniziato a sperimentare con le app artistiche sul suo iPad. I testi delle sue canzoni sono diventati poesia e da lì, an è nata la comunità online . Ora ha 1,7 milioni di follower su Instagram ed è un'autrice di best-seller (la sua più recente raccolta di poesie e saggi, How Far You Have Come, uscito il 27 aprile).



Per celebrare il rilascio, Morgan ha parlato conCosmopolitasul coltivare relazioni profonde con la sua comunità online dopo una vita passata a sentirsi incapace di comunicare con gli altri.


Dopo aver iniziato a condividere la mia poesia e la mia arte su Instagram nel 2017, le persone condividevano le loro storie con me. Immagino a causa della natura di ciò di cui stavo scrivendo: connessione alimentata da empatia e curiosità. Era sempre in quei momenti che mi connettevo con quello che diceva la gente. Amo ascoltare le storie delle persone, ma ho sempre faticato a comunicare in situazioni faccia a faccia. Essere in grado di scambiare lettere o interagire sui social media mi permette di incontrare tante nuove persone e ascoltare storie in un modo che non avevo mai fatto prima.

Quando ero un bambino, sono stato vittima di bullismo fisico, ma non sapevo come parlarne. Ho letteralmente avuto un bambino che mi ha preso a calci in faccia intenzionalmente e non l'ho detto ai miei genitori. Ci sono voluti fino all'età di 25 anni per dirglielo.



Ora so che alcune di queste comunicazioni importanti le difficoltà erano dovute all'autismo. Mi è stato diagnosticato nel febbraio 2021 perché ho finito per guardare video TikTok su donne con autismo diagnosticate da adulte. li ho visti ed ero tipo,Ok, stanno descrivendo tutta la mia vita.Questo mi ha dato il coraggio di chiedere aiuto.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Morgan Harper Nichols (@morganharpernichols)

Ho iniziato a scrivere il mio terzo libroQuanto lontano sei arrivatoall'inizio della pandemia e ho iniziato pensando a tutte le storie che le persone hanno condiviso con me negli anni. Volevo creare qualcosa che onorasse quanto siamo arrivati ​​lontano, come suggerisce il titolo. Il libro parla di un viaggio on the road che ho fatto con la mia famiglia nell'estate del 1996, quando avevo 6 anni. Ci siamo fermati in Arizona per visitare il Grand Canyon. Guardare il tramonto è stata la prima volta che ho sentito di poter connettermi senza dover leggere, scrivere o pronunciare una sola parola. Ho capito che l'arte poteva essere la mia lingua. Riuscire a trovare arte e bellezza nella natura mi ha dato tanto conforto, anche in giovane età.

Fino a che punto sei arrivato: riflessioni su bellezza e coraggiobookshop.org$ 17,47ACQUISTARE ORA



Sono sicuro che sei incredibilmente sopraffatto da quanto ti arriva tramite il tuo feed o la tua casella di posta. Questo mi fa venire voglia di mettere al mondo cose che possono essere inviti a una vita al di là di questo. A volte disegno pezzi e realizzo cose che spero possano aiutare qualcuno a dire,Ok, l'ho visto e ora voglio disconnettermi e andare a fare qualcos'altro. Voglio andare a scarabocchiare ora. Voglio andare a fare un disegno. Voglio uscire e fare una foto del cielo.

Mi è stato detto che il mio lavoro è troppo ripetitivo e onestamente, questo è il punto. Questo è letteralmente il punto. Ho bisogno che mi ricordi di respirare ogni singolo giorno. Ecco perché lo dico più e più volte. Sono grato a chiunque si colleghi a questo. E lìsonopersone che lo fanno. Ci sono così tanti modi diversi in cui le persone hanno sofferto nell'ultimo anno, i modi in cui ci siamo sostenuti a vicenda, e ci siamo incoraggiati a vicenda, e ci siamo mostrati l'uno per l'altro. Io solo... è infinito. Mi ha fatto vedere i miei simili in un modo diverso.