La bellezza pulita ha un problema di disinformazione

Molto di ciò in cui credi in questo momento è completamente falso. Siamo qui per mettere le cose in chiaro.

Nell'ultimo mese della mia vita, ho vissuto ogni giorno in una spirale di bellezza pulita, ricercando e scrivendo tutto ciò che c'è da sapere sull'essere un consumatore più coscienzioso perCosmo'S Mese della bellezza pulita. (Cordiali saluti: se ti sei perso le ultime tre settimane, abbiamo una guida per principianti alla bellezza pulita, i migliori marchi di bellezza sostenibili che fannoattualebuono per il mondo, e un'analisi del motivo per cui hai davvero, davvero bisogno di preoccuparti della bellezza blu in questo momento.) Nel complesso, la maggior parte di ciò che ho imparato è stato positivo (non c'è mai stato un momento in cui i consumatori sono stati così eccitati e curioso della bellezza), ma attraverso questo processo, non ho potuto fare a meno di notareun problema lampante: la diffusa presenza di disinformazione.





Il movimento della bellezza pulita è nuovo e in evoluzione, e anche complicato e confuso. Anche la definizione esatta di bellezza pulita è ancora oggetto di accesi dibattiti da quasi tutti nella comunità. E perchéla messaggistica sui prodotti di bellezza puliti non è nemmeno regolamentata R, un marchio può rivendicare tutto ciò che vuole sui suoi presunti prodotti puliti/verdi/sostenibili e non esiste un organo di governo per verificarlo. Non ideale.

E poi c'è il fatto chegli esseri umani sono predisposti ad accettare informazioni negative, afferma Jen Novakovich, divulgatore scientifico, chimico di formulazione e fondatore di Il pozzo ecologico (una piattaforma dedicata alla diffusione di informazioni accurate sull'industria cosmetica). Quindi, quando sentiamo che qualcosa non è sicuro o tossico, siamo programmati per il panico. E nel mondo della bellezza pulita, dove ogni giorno vengono lanciate casualmente affermazioni infondate e allarmistiche su salute e sicurezza, non sorprende che la disinformazione si diffonda a macchia d'olio.

Anche lo stato attuale del mondo non aiuta le cose. Ci sono prove chelo stress e la paura ci impediscono di valutare le informazioni in modo critico,dice Novakovic. Combina questo con il fatto che la chimica cosmetica è già, ehm, piuttosto confusa per la persona media, e hai le basi perfette per teorie della cospirazione, dati selezionati e scienze approssimative da trasformare in fatti ampiamente diffusi e ampiamente creduti.



E il fatto è che più disinformazione crediamo tutti, meno saremo disposti a entrare in punta di piedi nello spazio pulito della bellezza ein realtàapportare alcuni cambiamenti molto necessari per il mondo. Quindi, con l'aiuto degli esperti, sono qui per sfatare i sei miti di bellezza pulita più comuni una volta per tutte. Considera questa la tua guida anti-BS a tutte le cose pulite ed ecologiche.

linea ondulata mito uno gli ingredienti naturali sono migliori degli ingredienti sintetici

Falso, falso, falso. L'idea che gli ingredienti naturali siano superiori a quelli sintetici è un grande no. Tutti gli esperti con cui ho parlato concordano:Solo perché qualcosa è naturale non significa automaticamente che ti faccia bene. Alcuni degli ingredienti più velenosi al mondo, come la tossina botulinica e l'arsenico, provengono dalla natura, afferma Novakovich.

Anche gli ingredienti naturali sono notoriamente difficili da lavorare quando si formulano prodotti, il che significa che la loro efficacia (e sicurezza!) Alla fine può essere incerta. Inoltre, stai combattendo con l'ambiente, quindi le sostanze chimiche in quegli ingredienti naturali possono variare di mese in mese, poiché i modelli meteorologici, le stagioni e persino i minerali nel terreno cambiano.Fondamentalmente, non puoi garantire gli stessi risultati ogni volta.Quando si lavora con ingredienti sintetici, tuttavia, è spesso più facile dimostrare livelli più elevati di purezza, consistenza e sicurezza durante la formulazione di un prodotto, afferma Novakovich.



Ciò non significa che gli ingredienti naturali e a base vegetale non siano mai una buona scelta, afferma il dermatologo Ranella Hirsch , MD. Guarda il tè verde, l'aloe vera e la curcuma, tutti ingredienti naturali incredibilmente efficaci, purché vengano utilizzati correttamente in una formula. La tua migliore scommessa? Prendi l'abitudine di acquistare da marchi che affermano chiaramente sul loro sito Web o sulla confezione che eseguono test clinici, sono supportati da esperti o utilizzano la scienza per supportare le loro affermazioni. Suona travolgente? Josh Rosebrook, Kosas, Klur , Augustinus Bader, e Beautystat sono tutti grandi marchi per iniziare ad esplorare.

linea ondulata mito 2 formule pulite  formule gentili

Ancora una volta, un duro no. Pulito e gentile non sono sinonimi. Alcuni degli ingredienti naturali più comuni che si trovano nelle formule pulite, come oli essenziali, estratti di agrumi e fragranze naturali, sono anche cause comuni di irritazione della pelle e allergie, afferma il dermatologo. Heather Rogers , MD. Inoltre, i conservanti utilizzati nei prodotti puliti non sono così ben studiati come i conservanti utilizzati nei prodotti convenzionali (come i parabeni) e possono anche essere irritanti per la pelle, afferma il dott. Hirsch.

Nel frattempo,ci sonotonnellatedi ingredienti sintetici che si sono rivelati ipoallergenici e sicuri per la pelle sensibile. E anche se un ingrediente sintetico ha il potenziale per l'irritazione, i chimici cosmetici hanno la capacità di rimuovere la parte allergenica dell'ingrediente in un laboratorio, rendendolo più tollerabile per la tua pelle. Semplicemente non puoi farlo con i prodotti naturali, spiega il Dr. Hirsch.



Quindi, se hai la pelle sensibile o stai solo cercando prodotti più delicati, è importante essere più critici e selettivi nei confrontiTuttiingredienti, che provengano dalla natura o da un laboratorio, afferma il dott. Rogers. Non puoi sbagliare usando formule semplici con ingredienti ben studiati.

linea ondulata mito tre la bellezza naturale e pulita è più sostenibile

È importante ricordare che soloperché un prodotto è naturale o pulito non significa automaticamente che sia sostenibile. È vero che molti marchi naturali e puliti stanno facendo eco-friendly passi avanti, come l'adozione di metodi di produzione a basso spreco o il passaggio a imballaggi minimalisti. Ma la sostenibilità è un argomento enorme e complicato, e la verità è che alcuni ingredienti naturali contribuiscono effettivamente al cambiamento climatico.

Come? Bene, risulta che il metodo stesso per ottenere ingredienti naturali può essere dannoso. Sappiamo che l'agricoltura è una delle cose più dannose per l'ambiente che facciamo come società, spiega Novakovich. Distrugge la biodiversità e contribuisce anche alle emissioni di CO2. C'è anche il problema della disponibilità di terra: poiché la popolazione mondiale continua a crescere e abbiamo bisogno di più terra per sostenere quella popolazione e quindi anche produrre cibo per nutrirla, il problema della scarsità di terra diventa sempre più reale.

In altre parole, semplicemente non ha senso utilizzare la terra al solo scopo di coltivare ingredienti naturali o vegetali per i cosmetici. Ma produrre un ingrediente sintetico in laboratorio? Spesso, mette a dura prova l'ambiente in modo significativamente minore, afferma Novakovich, il che è meglio quando si guarda l'immagine più ampia, anche se non è naturale.

linea ondulata mito 4 i prodotti senza sostanze chimiche, senza conservanti e senza tossine sono più sicuri per te

Ascolta: etichette e indicazioni come senza sostanze chimiche, senza conservanti e senza tossine sono in realtàcosìfuorviante che l'Unione Europea (UE) ha vietato alle aziende di usarli sui loro prodotti e imballaggi. Lascia davvero che affondi per un secondo.

Negli Stati Uniti, tuttavia, queste affermazioni non sono regolamentate dalla FDA, o da nessuno, quindi i marchi possono schiaffeggiarne qualcuno su un barattolo di crema per il viso o un tubetto di lucidalabbra e chiamarlo un giorno. E questo è problematico non solo per le ovvie ragioni ma anche per quello che implicano: quei prodotti chenon farlousare queste etichette è pericoloso o dannoso per te, e semplicemente non è così, dice Novakovich.

Alla fine della giornata, abbiamo assolutamente bisogno di prodotti chimici e conservanti per la sicurezza del prodotto, motivo per cui è così importante chiarire i fatti che li circondano. Lascia che te lo spieghi:

Decodifica le tue etichette

  • Senza sostanze chimiche
    Per definizione, una sostanza chimica è qualsiasi sostanza costituita da materia, quindi ciò significa che l'acqua è una sostanza chimica, l'aria è una sostanza chimica: in pratica, qualsiasi cosa è una sostanza chimica. Se il tuo prodotto di bellezza si definisce privo di sostanze chimiche, cosa stai pagando esattamente?
  • Senza conservanti
    A meno che tu non voglia conservare i tuoi prodotti di bellezza in frigorifero e sostituirli ogni tre giorni (!), devono avere conservanti, afferma il dott. Hirsch. La maggior parte delle formule contiene acqua e i conservanti sono ciò che impedisce a batteri nocivi e muffe di crescere in esse, dice.
  • Privo di tossine
    Ripeti dopo di me: la tossicità non significa nulla senza dosaggio. Qualsiasi ingrediente, anche l'acqua, può essere tossico a seconda della quantità, afferma il dott. Hirsch. Le pesche, anche quelle naturali e biologiche, rilasciano formaldeide tossica, ma le mangiamo comunque, giusto? Ovviamente. E questo perché è la dose che conta, non necessariamente l'ingrediente stesso.
    linea ondulata mito 5 la tua pelle assorbe 60 di quello che ci metti sopra

    Se l'idea che la tua pelle assorba il 60 percento di ciò che viene messo su di essa fosse anche l'minimoun po' vero, non dovresti mai più bere un bicchiere di vino: potresti semplicemente strofinare un po' di chardonnay sul tuo corpo e ottenere invece un bel ronzio, dice il dottor Hirsch. Il buon senso (e il tuo carrello bar rifornito) ti dice che queste cose ovviamente non accadono, e questo perché la tua pelle ha una barriera che è sia incredibilmente efficiente che efficace.

    La tua barriera cutanea è letteralmenteprogettato per tenere le cose fuori, quindi affinché una formula o un ingrediente penetri nella tua pelle, molte cose devono essere giuste. Ci sono così tanti fattori in gioco quando si tratta di assorbimento del prodotto, tra cui la salute della pelle e le dimensioni, la carica e la composizione chimica di una molecola, afferma il dott. Hirsch. E anche se un ingredientefapenetrare nella tua pelle, non significa automaticamente che entrerà nel tuo flusso sanguigno e ti farà male.

    linea ondulata mito 6 l

    Le normative statunitensi sui cosmetici potrebbero essere meno rigide rispetto ad altri paesi, ma prima di andare oltre, sappi questo: negli Stati Uniti,è al 100 percentoillegaleper qualsiasi azienda di vendere un prodotto tossico o velenoso. L'idea che i marchi siano là fuori a formulare prodotti che ti uccideranno è completamente falsa e, per non parlare, di un modello di business davvero pessimo, afferma il dott. Hirsch.

    Gli Stati Uniti hanno anche un mercato commerciale molto controverso (il che significa che le persone amano fare causa), quindi in un certo senso, le aziende cosmetiche si regolano di proposito.È nel miglior interesse finanziario di un marchio creare il prodotto più sicuro possibile per i consumatori, dice Novakovich. Ed è particolarmente importante per le grandi aziende di bellezza. Hanno le competenze scientifiche per portare sul mercato i prodotti migliori e più sicuri, quindi non ha senso per loro tagliare gli angoli e rischiare un'azione legale collettiva o danneggiare la loro reputazione, afferma Novakovich.

    E anche se è vero che i prodotti negli Stati Uniti non sono sottoposti allo stesso processo normativo degli altri paesi,non è che la FDA permetta ai marchi di gettare tutto ciò che vogliono nei loro prodotti, pericolosi o meno. In realtà, i fatti vengono spesso presi fuori contesto per spaventarti e spingerti ad acquistare i prodotti di un determinato marchio.

    Ad esempio: vedrai spesso i marchi affermare di formulare i loro prodotti in conformità all'elenco dell'UE di 1.400 ingredienti vietati invece dell'elenco degli Stati Uniti di 11. E certo, quel confronto suona orribile (solo 11?!), mal'elenco dell'UE è composto da ingredienti che non sono mai stati e non sarebbero mai stati utilizzati nei cosmetici, spiega il Dr. Hirsch: La FDA adotta un approccio di buon senso alle normative sui cosmetici. (Prova A: Quand'è stata l'ultima volta che hai visto del carburante per razzi nel tuo shampoo? Esattamente.)

    Questo non vuol dire che il prodotto occasionale non sicuro non possa scivolare attraverso le fessure, quindi vuoi comunque avere una buona dose di scetticismo prima di aggiungerne uno al tuo carrello e anche essere stanco di dove si trova quel carrello. Stai acquistando un prodotto di bellezza da Target, Sephora o Ulta? Probabilmente bene. Acquistare un prodotto di bellezza da un venditore di terze parti abbozzato su Amazon? Forse non tanto.

    linea ondulata

    In conclusione: se un marchio di bellezza pulito o un rivenditore cerca di venderti un prodotto sulla base di una delle sei affermazioni di cui sopra (cosa che, FWIW, probabilmente lo farà, dal momento che il timore e il greenwashing sono redditizi), dovrebbe suonare un allarme nella tua testa. In definitiva,non c'è motivo di commercializzare un prodotto con questo tipo di affermazioni errate se può reggersi da solo, dice il dottor Hirsch.

    E ascolta, questo non vuol dire che la bellezza pulita sia una farsa totale (ho passato un mese intero a dimostrare il contrario). IMO, il movimento ha contribuito a rendere i consumatori più consapevoli di ciò che mettono sui loro corpi, ha reso i marchi più trasparenti e responsabili e, in qualche modo, ha persino reso più mainstream e confortevole parlare di cose come la sostenibilità, la cura di sé e il cambiamento climatico -tutte cose molto buone.

    Quindi il mio miglior consiglio per navigare nell'intero spazio di bellezza pulito dopo questo? Scegli di essere informato da dati provenienti da fonti affidabili, esperti e scienziati, non da una persona a caso sul tuo feed social (scusa in anticipo il cugino della migliore amica di tua madre).

    linea ondulataStoria correlata